Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » SCUOLA: IL 16 APRILE SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

SCUOLA: IL 16 APRILE SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

Fallito il tentativo di conciliazione FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola hanno proclamato lo sciopero dell’intera giornata per il 16 aprile 2007

12/03/2007
Decrease text size Increase  text size

FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola hanno proclamato lo sciopero del personale della scuola Docente e Ata per l’intera giornata del 16 aprile 2007 per l’avvio della trattativa contrattuale 2006-2009 del Comparto scuola.

E’, infatti, fallito il tentativo di conciliazione avvenuto questa mattina presso il Ministero della Pubblica Istruzione.

Le Organizzazioni Sindacali hanno ritenuto del tutto insufficienti le argomentazioni dell’Amministrazione della Pubblica Istruzione e tali da escludere una possibile conciliazione.
Rimangono intatte le motivazioni alla base della proclamazione dello stato di agitazione e ora dello sciopero del 16 aprile 2007: un Contratto scaduto da 15 mesi, un Governo che non crea le condizioni per l’avvio della trattativa, la mancata certificazione delle risorse aggiuntive derivanti dai risparmi di sistema e dalla scongiurata istituzione del tutor, il silenzio ingiustificabile sul Memorandum specifico riguardante la conoscenza sulla cui stesura nessuno da parte governativa si è preoccupato di lavorare.

Accanto a ciò le scuole vivono una situazione dura e difficile in ordine ad una serie di problemi che la mobilitazione vuole portare alla luce per farne oggetto di denuncia e di rivendicazione:

  • un taglio drammatico agli organici del personale destinato a peggiorare la qualità dell’offerta formativa e le condizioni di ordinario esercizio della professionalità docente e ata;

  • la mancanza di ingenti risorse che consentano da un lato il ripianamento dei debiti contratti dalle scuole per il pagamento delle supplenze e dall’altro lo stesso conferimento delle supplenze e lo steso normale funzionamento delle scuole (fondi per la TARSU e l’autonomia;

  • l’inaccettabile sordità sulle immissioni in ruolo dei precari e in modo particolare del personale Ata.

Su tali problematiche FLC Cgil, CISL Scuola e UIL Scuola hanno da tempo inviato una specifica lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri e una lettera aperta al Ministro Fioroni affinché vengano prese misure idonee alla risoluzione del complesso dei problemi da noi sollevati.

Roma, 12 marzo 2007

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI