Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Estero: al via le operazioni di mobilità

Estero: al via le operazioni di mobilità

Entro il 2 marzo il personale docente interessato dovrà presentare la domanda di restituzione ai ruoli metropolitani. Scadenza il 2 aprile per il personale ATA.

27/02/2015
Decrease text size Increase  text size

Il MAECI ha diffuso il 26 febbraio 2015 il messaggio (circolare) relativo ai rientri del personale scolastico sul territorio metropolitano. Si tratta di rientri in Italia per fine mandato, di pensionamenti e di restituzioni a domanda (allegati 1 e 3).
L’art. 3 comma 3 dell’Ordinanza Ministeriale (in allegato) stabilisce che il personale interessato dovrà presentare domanda all’Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio territorialmente competente rispetto alla provincia scelta per il rientro, entro il 2 marzo 2015 nel caso di personale docente, entro il 2 aprile 2015 nel caso di personale ATA, ai fini dell’assegnazione di sede di titolarità prima delle operazioni di mobilità.
L’allegato 2 contiene invece l’elenco dei possibili mantenimenti in servizio per completamento del mandato di 9 anni.

La FLC CGIL fa notare ancora una volta che la tempistica, piegata solo a una logica burocratica, sembra non tenere in nessun conto le reali esigenze del personale coinvolto nelle operazioni.

Quest’anno in particolare, in cui sono previsti numeri importanti nelle domande di restituzione ai ruoli metropolitani, sarebbe stato necessario poter svolgere le operazioni con maggiore tranquillità e tempi più adeguati.