Elezioni CSPI, si vota il 7 maggio 2024

Home » Scuola » Scuole italiane all'estero » Scuole e istituzioni scolastiche italiane all’estero: le proposte di riforma del MAECI

Scuole e istituzioni scolastiche italiane all’estero: le proposte di riforma del MAECI

La FLC CGIL chiede l’apertura di un tavolo contrattuale per difendere i diritti del personale e il sistema pubblico.

13/02/2015
Decrease text size Increase  text size

Oggi, 13 febbraio, le organizzazioni sindacali hanno incontrato presso il MAECI la parte pubblica, per una riunione presieduta dall’Ambasciatore Andrea Meloni, Direttore Generale per la Promozione Sistema Paese, e con la presenza del Direttore generale per gli ordinamenti scolastici e per l’autonomia scolastica del MIUR dott. ssa Carmela Palumbo, avente come punto all’ordine del giorno ‘proposte di riforma legislativa’.

L’informativa del Maeci

Si propone un intervento legislativo per trasformare scopo e missione delle istituzioni scolastiche all’estero. Esse secondo questo progetto dovrebbero rappresentare principalmente un volano per la diffusione effettiva della cultura e della lingua italiana, in quanto la presenza di studenti non italiani è già ora parte preponderante della platea. Le modifiche proposte potrebbero invadere anche la sfera contrattuale.

La posizione della FLC

Abbiamo ribadito la necessità che eventuali interventi sul rapporto di lavoro del personale siano gestiti in sede negoziale e non per legge. In quanto a eventuali riforme di sistema ci siamo riservati di dare un giudizio appena ci saranno elementi più certi per fare una valutazione di merito.

Per questa ragione è stata fissata una nuova scadenza per il 20 febbraio prossimo.

Con l’occasione abbiamo chiesto informazioni sul contingente del personale. A questo proposito l’ambasciatore Meloni ha poi risposto alle nostre richieste circa il nuovo contingente, comunicando che, pur all’interno dell’obiettivo da raggiungere dei tagli imposti dalla Spending review (che porteranno a 624 il numero complessivo degli addetti), saranno possibili, per l’anno scolastico 2015\2016, circa 150 nomine all’estero.

Tag: mae