Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Un dirigente si appropria delle competenze delle RSU... condannato

Un dirigente si appropria delle competenze delle RSU... condannato

Sentenza del Tribunale di Oristano n. 669 del 26 luglio 2001.

02/08/2001
Decrease text size Increase  text size

Quando un datore di lavoro, in questo caso un dirigente scolastico, si appropria delle prerogative proprie delle rappresentanze sindacali unitarie e dei lavoratori attraverso l’indizione e la gestione delle elezioni del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza costituisce comportamento antisindacale ai sensi dell’ex art. 28 della L.300/70.

Con questa motivazione, che conferma una giurisprudenza consolidata, il Giudice del Tribunale di Oristano con la sentenza n. 669 del 26 luglio 2001 ha condannato un Dirigente Scolastico di Oristano protagonista di un’iniziativa tanto singolare quanto illegittima. Il Dirigente Scolastico aveva infatti indetto un’assemblea del personale per far eleggere il RLS in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 18 del D.Lgs. 626/94, contravvenendo e delegittimando la designazione del RLS effettuata a norma di legge e di contratto dalla RSU della scuola.

Si tratta di una sentenza interessante e ben articolata, la prima nel comparto scuola dopo l’elezione delle RSU, che ribadisce la stretta connessione tra RSU e RLS così come contemplata dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

Roma, 2 agosto 2001