Sciopero 8 marzo 2024

Home » Università » AFAM » AFAM: entro il 9 maggio sarà pubblicata la disponibilità iniziale dei posti ai fini della mobilità

AFAM: entro il 9 maggio sarà pubblicata la disponibilità iniziale dei posti ai fini della mobilità

Le principali novità per i trasferimenti sintetizzate in una nota di trasmissione del Ministero.

21/04/2023
Decrease text size Increase  text size

Il Ministero dell’Università e della Ricerca con nota 5104 del 21 aprile 2023, nel trasmettere l’OM 246/23 sulla mobilità, il verbale di confronto del 10 marzo 2023 e la modulistica, comunica alle istituzioni che i posti disponibili ai fini della mobilità saranno pubblicati entro il 9 maggio 2023.

La nota inoltre sintetizza le principali novità rispetto allo scorso anno:

  • considerata la presenza di nuove istituzioni statali, a seguito della statizzazione di sedici Conservatori, quattro Accademie di belle arti e un Politecnico delle Arti, viene disciplinato il riconoscimento del servizio pre-ruolo e di ruolo presso tali istituzioni, nonché del punteggio per la continuità di insegnamento nella stessa istituzione e/o nello stesso settore disciplinare; nel caso delle Accademie statizzate, il servizio di ruolo viene riconosciuto ove prestato con contratto subordinato ai sensi del CCNL AFAM
  • per quanto riguarda le precedenze, viene chiarito che i requisiti devono essere posseduti al 29 maggio 2023, non rilevando variazioni successive
  • con riferimento ai docenti, viene chiarito che l’inclusione in graduatorie di merito di pubblici concorsi è valida ai fini del riconoscimento del relativo punteggio solo se si tratta di concorsi senza accesso riservato
  • per quanto concerne il personale tecnico-amministrativo, si prevede un punteggio esclusivamente per l’inclusione in graduatorie per l’accesso a ruoli superiori a quello di appartenenza, mentre all’inclusione in graduatorie per l’accesso al ruolo di appartenenza non vengono attribuiti punti
  • in materia di utilizzazioni dei docenti, i docenti in commissione (oltre al Direttore o al suo delegato) vengono eletti dal collegio dei professori o, laddove presenti, dalle strutture didattiche di riferimento; inoltre la relazione finale dei lavori viene pubblicata tempestivamente in una sezione facilmente accessibile del sito dell’istituzione
  • i posti i cui titolari sono in comando presso altra amministrazione, ove non già coperti con personale a tempo determinato, sono destinati a utilizzazione.

È possibile consultare la normativa, il nostro vademecum e i modelli dichiarazioni personali a questo link.