Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Università » AFAM » Docenti AFAM e regime di incompatibilità: indicazioni del MUR

Docenti AFAM e regime di incompatibilità: indicazioni del MUR

Nuova nota con allegati modelli di domanda per le varie tipologie di attività. La nostra sintesi

03/07/2024
Decrease text size Increase  text size

La materia delle attività extraistituzionali dei docenti Afam con contratto subordinato e dei conseguenti casi di compatibilità o incompatibilità con lo status di dipendenti pubblici, è regolata da una pluralità di norme legali, contrattuali e amministrative di carattere generale e di settore che sono spesso fonte di forti conflittualità all’interno delle istituzioni se non di veri e propri contenziosi.

In Ministero dell’Università e della Ricerca è recentemente intervenuto con la nota 8965 del 24 giugno 2024 finalizzata a fornire un quadro d’insieme della normativa applicabile. Le nuove indicazioni sostituiscono in toto quanto previsto dalla nota 3305/14.

Allegate al documento vi sono

Il MUR invita le direttrici e i direttori delle istituzioni Afam a vigilare sull’osservanza della normativa vigente in materia d’incarichi professionali extraistituzionali da parte dei docenti:

  1. segnalando al MUR situazioni di incompatibilità professionale, per il seguito di competenza disciplinare;
  2. trasmettendo al Ministero le relazioni dell’Ispettorato per la Funzione Pubblica eventualmente pervenute e relative a situazioni d’incompatibilità professionale, per il seguito di competenza disciplinare.

Nel documento elaborato dalla FLC CGIL sintetizziamo le disposizioni in vigore, analizzando il regime di compatibilità/incompatibilità in base alle seguenti tipologia di attività

  • Attività extraistituzionali incompatibili con il rapporto di pubblico impiego e, pertanto, non autorizzabili
  • Attività extraistituzionali compatibili con il rapporto di pubblico impiego, soggette a preventiva autorizzazione
  • Attività extraistituzionali consentite e soggette a mera comunicazione.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI