Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » Corriere-Moratti: c'è copertura finanziaria-Scuola, ventimila precari assunti a settembre

Corriere-Moratti: c'è copertura finanziaria-Scuola, ventimila precari assunti a settembre

Moratti: c'è copertura finanziaria Scuola, ventimila precari assunti a settembre per turn over e riforma Corsi gratuiti e obbligatori di educazione stradale per gli studenti delle superiori a p...

10/04/2002
Decrease text size Increase text size
Corriere della sera

Moratti: c'è copertura finanziaria

Scuola, ventimila precari assunti a settembre per turn over e riforma

Corsi gratuiti e obbligatori di educazione stradale per gli studenti delle superiori a partire dal 2004

ROMA - Ventimila precari in cattedra, da settembre, grazie al turn over e alla riforma della scuola che ieri, nella commissione Istruzione del Senato, ha iniziato l'iter parlamentare. Dal gennaio 2004 corsi di Educazione stradale obbligatori alle superiori. Lo ha annunciato il sottosegretario all'Istruzione Valentina Aprea.

PRECARI - Le iscrizioni in prima elementare a 5 anni e mezzo , attese dalle famiglie, interessano 80 mila bambini. L'anticipo potrebbe offrire opportunità di lavoro a molti precari. Al ministero, tra turn over e necessità di personale legato alla riforma, si prevedono tra 8 e 20 mila assunzioni. La Moratti ha confermato l'esistenza della copertura finanziaria per l'immissione in ruolo dei nuovi maestri. Sempre che la legge completi il percorso parlamentare in tempo.

PATENTINO - La miniriforma del Codice della strada ha introdotto l'obbligo di un certificato di idoneità alla guida del ciclomotore, o "patentino", per i ragazzi di 14 anni e ha stabilito che le scuole superiori organizzino corsi gratuiti per gli studenti in collaborazione con enti locali, autoscuole e associazioni. "Il ministero - ha spiegato Aprea - è impegnato a individuare, insieme al ministro dei Trasporti, contenuti e procedure di svolgimento di tali corsi, che saranno realizzati obbligatoriamente in tutti gli istituti di istruzione secondaria dal 2004".

RIFORMA - L'obiettivo della maggioranza è di varare la legge prima della pausa estiva dei lavori parlamentari. L'opposizione prevede invece tempi più lunghi: l'approvazione potrebbe slittare in autunno. A viale Trastevere si preparano a dribblare l'ostacolo. A fine maggio, quando presumibilmente la legge sarà approvata soltanto dal Senato, una circolare dovrebbe riaprire le iscrizioni per i nati dal primo gennaio al 28 febbraio. L'inglese già dalla prima elementare e altre novità potrebbero invece partire attraverso una sperimentazione, in attesa dei decreti legislativi.
Una riforma "inutile" che "paralizza il Parlamento e la scuola": è l'opinione dell'ex ministro dell'Istruzione e responsabile scuola dei Ds Luigi Berlinguer. I bambini che avevano sei anni a settembre, ha proseguito, "potevano già iniziare obbligatoriamente l'apprendimento della musica e dell'inglese e l'hanno perso. E si perderà anche l'anno prossimo perché i tempi di discussione parlamentare si prevedono lunghi".