Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Rassegna stampa » Rassegna stampa nazionale » Pantaleo (Flc-Cgil): no a cassa integrazione per i docenti

Pantaleo (Flc-Cgil): no a cassa integrazione per i docenti

Duro avvertimento della Flc-Cgil

11/11/2011
Decrease text size Increase text size
Tuttoscuola


Secondo il segretario generale della Flc-Cgil, Mimmo Pantaleo, la norma contenuta nel maxiemendamento alla legge di stabilità “circa la possibilità del ricorso alla cassa integrazione e poi il licenziamento dei dipendenti pubblici è un ulteriore attacco al lavoro pubblico. Nella scuola quella norma potrebbe comportare il licenziamento di ulteriori 10000 docenti e 300 ata se non saranno collocati obbligatoriamente in altre funzioni o trasferiti verso altre amministrazioni”.

Il sindacalista attacca l’attuale esecutivo annunciando che la sua organizzazione “reagirà con decisione a questa ennesima provocazione” del governo Berlusconi che “si dimostra fino alla fine autoritario, arrogante e inconcludente”, ma sul merito del provvedimento mette le mani avanti con durezza anche nei confronti del dopo-Berlusconi: “Si sappia che qualsiasi sia il prossimo governo non subiremo passivamente quel provvedimento e siamo pronti a mettere in campo tutte le azioni di lotta possibili per difendere i lavoratori con la stessa coerenza e determinazione dimostrata in questi anni contro il Governo Berlusconi”.

 


FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI