Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Personale ATA: piano di formazione per DSGA e amministrativi

Personale ATA: piano di formazione per DSGA e amministrativi

Per la FLC sono necessari chiarimenti e miglioramenti; prossima riconvocazione del tavolo.

04/03/2022
Decrease text size Increase  text size

Il 3 marzo 2022, alle ore 15.30, si è tenuto l’incontro con il Ministero dell’Istruzione, da noi fortemente sollecitato, sul piano di formazione per i DSGA neo assunti anno scolastico 2021/2022.

L’informativa del Ministero

L’Amministrazione ha illustrato i contenuti di un documento che programma le attività formative soprattutto per i DSGA neo immessi in ruolo, ma che allarga l’ambito di formazione anche a tutto il personale ATA impiegato nelle segreterie.

La formazione sarà erogata dall’Amministrazione centrale, avvalendosi della piattaforma informativa “Io Conto” e per gli approfondimenti di settore e per l’individuazione dell’effettivo fabbisogno di formazione rilevato nei territori saranno coinvolte le scuole polo.

Sono state individuate delle tematiche specifiche da affrontare nelle attività online e nei laboratori formativi e viene prevista la figura del Tutor.

La nostra posizione

La FLC CGIL ha espresso un giudizio positivo rispetto alla decisione dell’Amministrazione di dare l’avvio ad un Piano di formazione, seppur tardivamente, poiché è da tempo lo stiamo chiedendo, in particolare per il personale che entra in ruolo per la prima volta nella scuola. Abbiamo ricordato che l’anno scorso l’attività di supporto ai DSGA neo assunti era iniziata molto prima e che alla data attuale si era conclusa.

Nel contempo abbiamo sollevato alcuni rilievi rispetto ai contenuti del Piano e presentato delle richieste di chiarimento.

Per la FLC CGIL occorre prevedere un piano di formazione continua che coinvolga tutto il personale ATA al fine di aggiornare e qualificare l’impegno professionale di tutte le diverse componenti.

L’incontro è stato aggiornato per una migliore definizione relativamente alla distribuzione delle risorse.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI