Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Posizioni economiche ATA: accelerare sulla costituzione del fondo (137 milioni di euro)

Posizioni economiche ATA: accelerare sulla costituzione del fondo (137 milioni di euro)

Siamo intervenuti presso il Ministero dell’Istruzione perché sia data piena attuazione al CCNL 2019-2021. Abbiamo ottenuto assicurazioni in merito. Nel giro di pochi mesi circa 50 mila nuovi lavoratori si vedranno riconosciute le posizioni economiche

20/06/2024
Decrease text size Increase  text size

L’articolo 79 del CCNL 2019-2021 ha previsto la costituzione di un fondo relativo alle posizioni economiche del personale ATA, in tutto 137 milioni di euro. È importante sottolineare che la costituzione di questo fondo è un atto preliminare per l’attribuzione delle nuove posizioni economiche (articolo 52 del CCNL 2019-2021).

Per questo siamo intervenuti presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito al fine di accelerare i tempi dell’iter di controllo affidato al Ministero dell’Economia e delle Finanze, così che il fondo possa essere istituito. Abbiamo appreso che il MEF ha dato il via libera alla proposta del MIM.

La procedura selettiva di attribuzione delle nuove posizioni economiche, dunque, potrà essere messa a breve sul binario operativo e coinvolgerà una parte significativa del settore ATA (CS, AA, AT).
Circa 50 mila lavoratori, che adesso non godono delle posizioni economiche, potranno beneficiarne nel giro di pochi mesi.

Continueremo ad incalzare il Ministero per la piena attuazione del contratto di lavoro.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI