Sciopero 8 marzo 2024

Home » Scuola » Comandi dirigenti scolastici e personale docente a.s. 2023/2024: richieste entro il 25 maggio

Comandi dirigenti scolastici e personale docente a.s. 2023/2024: richieste entro il 25 maggio

La nota ministeriale disciplina l’individuazione del personale scolastico in materia di comandi a beneficio di enti di prevenzione del disagio psico-sociale e associazioni professionali che svolgono formazione e ricerca educativa e didattica.

11/05/2023
Decrease text size Increase  text size

Con nota 71591 dell’8 maggio 2023 il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha emanato le disposizioni sui comandi dei dirigenti scolastici e personale docente per l’anno scolastico 2023/2024 ai sensi dell’art. 26 comma 8 della L. 448/1998 e dell’art. 1 comma 65 della L. 107/2015.

La Legge di bilancio 2022 ha stabilizzato la disciplina dei comandi rendendola definitiva rispetto agli anni precedenti in cui, prevista la soppressione, venivano emanati provvedimenti temporanei di rinvio.

Si conferma il contingente di 150 unità per incarichi di supporto all’autonomia scolastica nel triennio 2022/2025 presso l’Amministrazione centrale del Ministero dell’istruzione e del merito e gli Uffici scolastici regionali. Qualora risultino posizioni vacanti sulle procedure espletate nel 2022, i Dipartimenti e/o le Direzioni generali interessate provvederanno a nuove individuazioni mediante lo scorrimento delle graduatorie già approvate.

Nel numero massimo di 100 unità sono, inoltre, previsti incarichi presso gli Enti di prevenzione del disagio psico-sociale, assistenza, cura, riabilitazione e reinserimento di tossicodipendenti per le attività del settore. In questo caso le richieste sono da effettuarsi esclusivamente da parte degli organismi interessati e a mezzo posta certificata, entro le ore 23.59 del 25 maggio 2023.

Con medesima procedura alle Associazioni professionali dei dirigenti scolastici e del personale docente, enti cooperativi da esse promossi nonché Istituzioni che svolgono formazione e ricerca educativa e didattica, sono concesse delle assegnazioni di durata annuale nel limite massimo di 50 unità. Anche in questo caso, il termine ultimo in cui far pervenire la scheda è il 25 maggio 2023.
Le richieste saranno esaminate sulla base delle attività proposte e della continuità di azione con gli anni precedenti. L’elenco delle Associazioni verrà pubblicato sul sito web del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Nella medesima circolare è riportato il riferimento ai Progetti nazionali di rete ai sensi dell’art.1 c. 65 della L.107/2015 gestiti dagli UU.SS.RR. che comporta, per l’a.s.2023/2024 la collocazione in posizione di comando dei docenti destinatari, purché a valere sulla dotazione organica di potenziamento dell’offerta formativa e senza oneri aggiuntivi.

È opportuno ricordare che la posizione di fuori ruolo prevede, per i docenti, l’aver già superato il periodo di prova e l’orario di servizio di 36 ore settimanali. Inoltre, dopo cinque anni continuativi viene notificata la perdita di titolarità sull’istituzione scolastica di appartenenza cui segue, all’atto del rientro, la mobilità in fase prioritaria ai sensi del CCNI.