Sciopero 8 marzo 2024

Home » Scuola » Docenti » Docenti impegnati nei GIT: definita l’ipotesi del CCNI sulla ripartizione delle risorse per i componenti dei Gruppi per l’inclusione territoriale

Docenti impegnati nei GIT: definita l’ipotesi del CCNI sulla ripartizione delle risorse per i componenti dei Gruppi per l’inclusione territoriale

Il CCNI è alla firma delle parti dopo la trattativa svoltasi con il MI

12/10/2022
Decrease text size Increase  text size

In data 12 ottobre 2022 è stata finalmente raggiunta l’intesa tra Ministero dell’Istruzione e Organizzazioni Sindacali sull’ipotesi di contratto integrativo nazionale per la ripartizione delle risorse finanziarie per i compensi relativi alle attività svolte dai docenti nell’ambito dei Gruppi per l’inclusione territoriale (GIT) – anno scolastico 2022/23.

Di seguito un approfondimento su compiti e funzioni dei GIT e sui contenuti dell’accordo contrattuale relativo ai compensi per i docenti componenti i GIT.

Compiti dei GIT

I GIT, introdotti dall’articolo 9, comma 1 del Dlgs 13 aprile 2017, n. 66, hanno il compito di:

  • supportare le istituzioni scolastiche nella definizione dei PEI secondo la prospettiva bio-psico-sociale alla base della classificazione ICF dell’OMS, nell'uso ottimale dei molteplici sostegni disponibili, previsti nel Piano per l'Inclusione della singola istituzione scolastica, nel potenziamento della corresponsabilità educativa e delle attività di didattica inclusiva
  • confermare la richiesta inviata dal dirigente scolastico all'Ufficio scolastico regionale relativa al fabbisogno delle misure di sostegno, ovvero può esprimere su tale richiesta un parere difforme, ai sensi dell’articolo 15, comma 4, della legge n. 104 del 1992.

Costituzione e composizione dei GIT

I GIT, ai sensi del Decreto Interministeriale n. 335 del 20 dicembre 2021, sono costituiti a livello di ciascun ambito territoriale provinciale, ovvero a livello di città metropolitana.

Sono coordinati da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico e sono composti da un numero di docenti (a tempo indeterminato con titolo di specializzazione su sostegno didattico) in relazione al numero di istituzioni scolastiche sul territorio e al numero di alunni con disabilità in rapporto alla popolazione scolastica del territorio dell’ultimo triennio.

Gli Uffici scolastici regionali con avviso pubblico procedono alla selezione dei docenti interessati. La selezione dei componenti dei GIT, come indicato dal citato DI n.335/2021, si basa sulla valutazione dei titoli presentati dai candidati e in un colloquio volto ad accertare i requisiti previsti all’articolo 9 del d.lgs. n. 66/2017.

Per i docenti componenti dei GIT non è previsto l’esonero dalle attività didattiche.

Ripartizione e assegnazione delle risorse finanziarie

Ai docenti componenti dei GIT  -ai sensi dell'articolo 20, comma 4, del d.lgs. n. 66/2017- spetta un compenso per le funzioni svolte, avente natura accessoria, i cui criteri di riparto e assegnazione sono stati definiti con l’ipotesi di CCNI appena sottoscritta.

Le risorse complessivamente disponibili per lo svolgimento delle attività nei GIT da parte dei docenti per l’anno scolastico 2022/23 sono pari a 2.000.000 di euro.

Dette risorse sono ripartite a livello regionale in base alla numerosità dei docenti esperti che compongono i GIT.

Il compenso accessorio da liquidare annualmente a ciascun docente componente i GIT è di 4.938,27 euro lordo stato (poco più di 3.500 euro lordo dipendente).

L’ipotesi di CCNI, prima della sottoscrizione definitiva, è inviata agli organi di controllo per la certificazione finanziaria.