Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Docenti » Primo Ciclo » Corsi ad indirizzo musicale: ulteriori chiarimenti del MIUR

Corsi ad indirizzo musicale: ulteriori chiarimenti del MIUR

Confermate le disposizioni sul corso unitario. Tuttavia per il 2015/16 le scuole devono rispettare quanto presentato alle famiglie in sede di iscrizioni.

07/04/2015
Decrease text size Increase  text size

In una precedente notizia avevamo dato conto e commentato la nota 1391/15, con la quale il MIUR, in risposta ad un quesito dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) del Piemonte, chiariva che le norme attualmente vigenti prevedono ordinariamente la costituzione di classi unitarie ad indirizzo musicale.

A seguito di una serie di osservazioni giunte da più parti, il MIUR ritorna sull’argomento con la nota 2834 del 2 aprile 2015. La nota, nel confermare che “la prassi di distribuire” gli alunni “tra più classi ordinarie non è conforme alla normativa”, ricorda che il chiarimento indirizzato all’USR Piemonte è intervenuto successivamente alla scadenza delle iscrizioni. Pertanto tale chiarimento non può interferire sulle scelte delle scuole che nel loro Piano dell’Offerta Formativa (POF) e nell’ambito della programmazione dell’offerta formativa 2015/16, già presentata alle famiglie, abbiano previsto la distribuzione degli alunni del corso musicale tra più classi. Si conferma, in altre parole, che:

  • il modello ordinamentale è la classe unitaria
  • scelte diverse devono essere motivate
  • tali scelte devono essere puntualmente indicate nel POF

Contemporaneamente il MIUR preannuncia un monitoraggio nazionale sul funzionamento e sull’organizzazione dei corsi ad indirizzo musicale, da effettuare prima delle iscrizioni per l’a.s. 2016/17, finalizzato sia all’acquisizione e analisi dei dati sia ad una gestione dei corsi il più unitaria possibile a livello nazionale, nel rispetto dell’autonomia delle singole istituzioni scolastiche.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI