Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Docenti » Procedure concorsuali straordinarie riservate agli insegnanti di religione cattolica: il parere del CSPI

Procedure concorsuali straordinarie riservate agli insegnanti di religione cattolica: il parere del CSPI

Espressione positiva sul provvedimento relativo al concorso riservato agli insegnanti di religione cattolica di ogni ordine.

09/01/2024
Decrease text size Increase  text size

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) riunito in adunanza plenaria (in via telematica) in data 8 gennaio 2024 si è espresso sullo schema di decreto del Ministro dell'istruzione e del merito recante «Disposizioni concernenti le procedure concorsuali straordinarie riservate agli insegnanti di religione cattolica nella scuola dell’infanzia e della primaria e nella scuola secondaria di primo e secondo grado ai sensi dell’articolo 1-bis, comma 2, del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, come sostituito dall’articolo 47, comma 9, lettera b), del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, convertito con modificazioni dalla legge 29 giugno 2022, n. 79,  e successivamente modificato dall’articolo 20, comma 6, lettera b), del decreto-legge 22 giugno 2023, n. 75, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 agosto 2023, n. 112».

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) giudica positivamente l’attivazione di una fase di reclutamento relativo ad un settore in cui le procedure concorsuali sono state bloccate per ben venti anni.

Tuttavia, rispetto a quanto previsto dai criteri di valutazione della prova orale, il CSPI riscontra alcune incongruenze, rispetto ad altre procedure concorsuali, per quanto riguarda le tabelle di valutazione dei titoli.

Il CSPI esprime all’unanimità parere favorevole con l’auspicio che il Ministero accolga le osservazioni e le richieste di modifica contenute nel parere stesso.