Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Finanziamenti alle scuole. Fondi contrattuali Programma Annuale e residui attivi

Finanziamenti alle scuole. Fondi contrattuali Programma Annuale e residui attivi

Un Miur indifferente alle casse vuote delle scuole. La FLC chiede il saldo dei residui attivi, più fondi e più trasparenza. Continua il nostro impegno per incrementare i finanziamenti pubblici al sistema scolastico.

21/10/2011
Decrease text size Increase  text size

Si è svolto ieri 20 ottobre al Miur un incontro convocato presso la Direzione Generale per la Politica Finanziaria e il Bilancio sulla determinazione del MOF 2011/12 e sul Programma Annuale 2012. Si tratta di un incontro che avevamo sollecitato con urgenza per il continuo peggioramento della situazione di sofferenza finanziaria delle scuole e per consentire la rapida chiusura della contrattazione di istituto.

Le informazioni del MIUR

Ogni scuola ha ricevuto una comunicazione personalizzata che contiene:

  • L’assegnazione complessiva relativa al FIS (art. 88 Ccnl), alle funzioni strumentali (art.33),  agli incarichi specifici per il personale ATA (art. 62 )  e alle  ore eccedenti sostituzione colleghi assenti (30). Tale somma, che dipende dagli organici presenti al SIDI, potrebbe essere integrata in relazione al numero di docenti di sostegno in organico di fatto; ma fino ad allora si deve fare affidamento sulle risorse comunicate
  • L’assegnazione delle risorse finanziarie per programmare le attività complementari di educazione fisica (art. 87) da comunicare agli USR competenti entro il 20 ottobre 2011
  • Il rinvio a successive notizie per fondi delle aree a rischio (art. 9) che non saranno gestiti attraverso le modalità del cedolino unico.

Relativamente al Programma Annuale 2012 l’Amministrazione ha informato che è in corso la stesura della relativa circolare che conterrà un richiamo alle disposizioni già impartite in quella dell’anno scorso. Saranno confermati i finanziamenti per le supplenze e le relative modalità di assegnazione mentre per il funzionamento sarà possibile un piccolo incremento. Le risorse per il funzionamento dovranno essere utilizzate anche per le visite fiscali per le quali al momento non si conosce il finanziamento assegnato al MIUR per il 2011 e per il 2012.

Le nostre richieste

Come FLC CGIL abbiamo chiesto di fornire alle scuole tutte le informazioni necessarie a conoscere la composizione del finanziamento relativo al FIS per programmare l’uso delle risorse e consentire la contrattazione di istituto su tutti gli istituti contrattuali e di comunicare alle scuole i finanziamenti relativi agli altri istituti contrattuali (indennità di turno notturno e festivo, di bilinguismo e trilinguismo, per il compenso spettante per l'indennità di direzione al personale che sostituisce il DSGA (art. 88 c. 2 lett. g,).

A tale proposito riteniamo inaccettabile la motivazione con cui il Miur si rifiuta di indicare la specifica composizione del Mof; dice di non essere interessato al modo con il quale le scuole utilizzano dette somme ma solo il rispetto da parte di queste del limite del finanziamento.  Ecco un esempio di comportamenti sbagliati e irresponsabili che complicano la vita delle scuole e rallentano la contrattazione.

Abbiamo chiesto con insistenza quanto segue:

  • Il saldo dei residui attivi vantati delle scuole, di competenza del MIUR,  che sono assolutamente necessari a fare fronte all’esiguità delle casse;
  • il pagamento delle funzioni superiori degli assistenti amministrativi e dei docenti che svolgono funzioni superiori;
  • il finanziamento integrale delle ore eccedenti prestate dai docenti per la sostituzione dei colleghi assenti;
  • il finanziamento delle visite fiscali;
  • la copertura degli appalti per le pulizie.

Abbiamo chiesto di far conoscere alle scuole gli esiti del monitoraggio che queste, su richiesta del  MIUR, hanno fatto a maggio 2011 sulla situazione dei residui attivi ed un nuovo incontro per destinare le economie nazionali dei fondi contrattuali dopo l’assegnazione alle scuole.

Il nostro commento

Riteniamo che l’opacità e l’assenza di precisione sulle comunicazioni del MIUR sui finanziamenti assegnati alle scuole sia funzionale a continuare a sostenere che le scuole vengono finanziate mentre è evidente che ormai alle scuole i soldi arrivano con il contagocce. Mentre non si lesinano i fondi alle private come dimostrano gli ultimi interventi legislativi. La pluriennale politica di definanziamento  del Ministero e del Governo ha messo in ginocchio le scuole e le espone all’incremento dei contenziosi con fornitori e lavoratori ed impedisce di realizzare una offerta formativa di qualità.

L’incremento del finanziamento per il funzionamento 2012 annunciato dal Miur è certamente un fatto positivo, ma non consentirà di restituire quanto alle scuole è stato tolto negli ultimi anni. Inoltre rimane semplicemente scandaloso il fatto che da oltre 10 anni le scuole non ricevono nessun finanziamento  finalizzato al rinnovamento delle dotazioni  strumentali e didattiche delle scuole.

Le risposte alle nostre richieste e a quelle delle scuole continuano ad essere inadeguate rispetto alla rilevanza dei problemi che esse vivono per continuare ad assicurare l’erogazione del servizio di istruzione.

Continua il nostro impegno al fianco delle scuole per superare lo stato di definanziamento in cui si trovano a causa delle scellerate scelte politiche del governo.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI