Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Scuola, indicazioni nazionali: importante partecipazione al seminario promosso da FLC CGIL e Proteo Fare Sapere

Scuola, indicazioni nazionali: importante partecipazione al seminario promosso da FLC CGIL e Proteo Fare Sapere

L’iniziativa si è tenuta in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre. Le indicazioni nazionali rappresentano un progetto culturale e pedagogico ancora attuale. Occorre salvaguardarne i valori fondanti

04/07/2024
Decrease text size Increase  text size

Di fronte a una platea attenta e partecipe, si è tenuto mercoledì 3 luglio 2024 il seminario “Indicazioni nazionali: attualità e prospettive per la scuola dell’infanzia e del I ciclo”, organizzato dalla FLC CGIL e Proteo Fare Sapere, in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre.

Leggi la notizia e guarda i video.

Seminario indicazioni nazionali 3 luglio 2024Dopo i saluti di Paola Perucchini, Direttrice del Dipartimento di Scienze della Formazione che ha ospitato l’iniziativa, ha introdotto i lavori il Presidente di Proteo Fare Sapere, Massimo Baldacci, mentre Manuela Calza, Segretaria nazionale FLC CGIL, ha illustrato le ragioni per cui si è voluta rilanciare una riflessione collettiva e condivisa sull’importanza di un documento che, dal 2012, rappresenta la cornice di riferimento culturale, pedagogica, didattica del fare scuola.  

Sono seguiti gli interventi di Italo Fiorin, sull’interconnessione tra conoscenze, competenze, saperi, di Berta Martini sul curricolo verticale, di Diana Cesarin, sul tema dell’intercultura. La mattinata si è conclusa con il contributo di Elisabetta Nigris, sulla valutazione formativa nella scuola del I ciclo.

Platea seminario indicazioni nazionali 3 luglio 2024Il pomeriggio si è aperto con la relazione di Monica Fontana sulla valenza pedagogica della dimensione temporale e degli ambienti di apprendimento. 

Nella tavola rotonda, coordinata da Serena Morando, insegnanti di scuola dell’infanzia (Claudia Lichene e Ivana D’Aniello), primaria (Ilaria Petriglia e Norma De Francesco), secondaria di I grado (Patrizia Salvadori e Francesco Tinelli) hanno offerto uno spaccato di scuola reale, illustrando le buone pratiche ma anche le difficoltà incontrate nel tradurre la visione pedagogica e le suggestioni delle Indicazioni nazionali nella progettazione d’istituto e nella quotidianità didattica.

L’intensa giornata è terminata con le conclusioni della Segretaria generale FLC CGIL, Gianna Fracassi, che, in riferimento alla costituzione della Commissione incaricata della revisione delle Indicazioni Nazionali, ha evidenziato preoccupazioni di metodo e di merito, e ha annunciato l’intenzione della FLC di dare seguito all’iniziativa del 3 luglio, portando la discussione nei territori e prevedendo un analogo approfondimento sulle Linee Guida della scuola Secondaria di II grado.

Sessione mattutina

Sessione pomeridiana

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI