Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Scuola non statale » Accordo economico FISM 2021-2023: in vigore gli aumenti

Accordo economico FISM 2021-2023: in vigore gli aumenti

Entro la fine dell’anno sarà anche in pagamento la prima rata dell’indennità di vacanza contrattuale pari a 104 euro.

27/10/2022
Decrease text size Increase  text size

È entrato in vigore nel mese di settembre l’accordo economico firmato il 30 giugno 2022 da FLC CGIL e CISL Scuola con l’associazione FISM. Le altre organizzazioni sindacali presenti al tavolo negoziale si sono riservate la firma dell’accordo.

Il primo aumento contrattuale, pari a 40 euro per il VI livello, è decorso a partire dallo stipendio del mese di settembre 2022.
In aggiunta, al personale che al 1° settembre 2023 abbia maturato almeno due anni di servizio si aggiunge un aumento a titolo di salario di anzianità pari a 15 euro.

L’accordo economico prevede inoltre la corresponsione di 200 euro per gli anni 2022 e 2023 attraverso misure di welfare che saranno erogati entro il 20 dicembre di ciascun anno e che i lavoratori potranno utilizzare anche per la previdenza complementare, aderendo al Fondo Espero. 

Entro la fine dell’anno i lavoratori dovranno anche ricevere la prima rata dell’indennità di vacanza contrattuale, pari a 104 euro.

All’accordo, che si inserisce nel percorso di rinnovo contrattuale, si è giunti al fine di anticipare il più possibile gli aumenti contrattuali rispetto alla firma conclusiva del testo, che le parti sono comunque impegnate a chiudere entro la fine dell’anno.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI