Sciopero 8 marzo 2024

Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » PON Scuola 2014-2020 e Agenda sud: pubblicato l’avviso di adesione per le scuole primarie statali del Mezzogiorno

PON Scuola 2014-2020 e Agenda sud: pubblicato l’avviso di adesione per le scuole primarie statali del Mezzogiorno

Risorse per circa 100 milioni di euro. Adesione con presentazione del progetto entro il 19 gennaio 2024. Pubblicato anche il manuale operativo

22/11/2023
Decrease text size Increase  text size

In una precedente notizia avevamo illustrato i contenuti del decreto ministeriale 176 del 30 agosto 2023 e i relativi allegati concernente interventi finalizzati alla riduzione dei divari territoriali e negli apprendimenti destinato ad oltre 2 mila scuole del Mezzogiorno, meglio noto come Agenza sud.

Tra gli interventi previsti vi è quello dedicato a 1906 scuole statali primarie a valere

  • per euro 92.400.000,00 sul PON "Per la scuola" 2014-2020 per l'anno scolastico 2023-2024;
  • per euro 92.400.000,00 sul Programma nazionale "PN Scuola e competenze 2021- 2027" per l'anno scolastico 2024-2025.

A queste scuole occorre aggiungere le 122 istituzioni scolastiche con scuole primarie indicate nell’allegato 1 al DM 176/23 individuate dall’Invalsi e per le quali sono stanziati ulteriori € 8.54 milioni di euro.

Trova ulteriore conferma che, in perfetta continuità con il passato, il tema dei divari territoriali e della dispersione scolastica è di fatto appaltata quasi totalmente a fondi europei. Nessun intervento strutturale, quale ad esempio l’elevamento dell’obbligo scolastico, è previsto, rendendo evidente un approccio privo di respiro strategico contro uno dei più gravi drammi del nostro Paese.

Inquadramento dell’avviso nell’ambito del PON

L’Autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020, con nota 134894 del 21 novembre 2023 in applicazione del DM 176/23, ha emanato l’Avviso pubblico di adesione per le attività relative all’a.s. 2023/24. Si parla di adesione in quanto l’elenco delle scuole con l’attribuzione delle risorse rappresentano gli allegati al DM 176/23. Riguardo alle 1906 scuole dell’allegato 2 esse sono state ripartite in 4 fasce con finanziamenti rispettivamente di 140 mila euro (813 scuola), 100 mila euro (390 scuole), 60 mila euro (448 scuole), 20 mila euro (255 scuole).

Di seguito lo schema sintetico delle tipologie di attività finanziate

PRIORITÀ DI INVESTIMENTO

OBIETTIVO SPECIFICO

AZIONE

Sotto-azione poste a bando

Tipo di intervento

(modulo)

10.i - Ridurre e prevenire l'abbandono

scolastico precoce e promuovere la parità di accesso all'istruzione prescolare, primaria e secondaria di elevata qualità, inclusi i percorsi di istruzione (formale, non formale e informale) che consentano di riprendere percorsi di istruzione e formazione.

10.2 Miglioramento delle competenze chiave degli allievi

10.2.2 “Azioni di integrazione e

potenziamento delle aree disciplinari di base con particolare riferimento al I e al II ciclo”

10.2.2A “Competenze di base”

  • Lingua madre (Italiano L1)
  • Italiano per stranieri (L2)
  • Lingua inglese
  • Matematica

Finalità dell’avviso

L’Avviso ha la finalità di rafforzare

  • le competenze in lingua madre, lingua straniera, matematica e scienze, secondo le Indicazioni nazionali per il curriculo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione
  • gli apprendimenti linguistici, espressivi, relazionali e creativi.

Articolazione del progetto

Il progetto si compone di moduli/attività che vanno ad integrare il Piano triennale dell’offerta formativa della scuola. Per moduli si intendono i singoli interventi all’interno del progetto e sono contraddistinti da una specifica configurazione in termini di ambito disciplinare/tematico, durata e figure professionali coinvolte (alcune obbligatorie – “esperto” e “tutor” – e altre facoltative).

Per le azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base (lingua italiana, lingua inglese, matematica), i moduli hanno durata di 30 e 60 ore. Solo per la lingua inglese percorsi potranno, a discrezione della scuola, esse anche di 100 ore.

Procedura, modalità e termini di presentazione dei progetti

Le scuole che intendono partecipare all’avviso devono

1) predisporre un Progetto, che deve essere approvato dagli Organi collegiali (Collegio dei docenti e del Consiglio di Istituto). Sono valide anche le delibere di adesione generale al PON

2) inserire il progetto nonché i dati e i documenti necessari sul Sistema informativo di gestione della programmazione unitaria (GPU). L’area del sistema Informativo predisposta alla presentazione delle proposte resterà aperta fino alle ore 18.00 del 19 gennaio 2024.

3) trasmettere la candidatura firmata digitalmente dal Dirigente scolastico (Coordinatore per le scuole paritarie non commerciali) o, su sua delega, dal DSGA, completo di tutte le dichiarazioni, sulla piattaforma finanziaria “Sistema Informativo Fondi (SIF) 2020”. L’area del SIF resterà aperta fino alle ore 18.00 del 19 gennaio 2024.

Per la presentazione della candidatura è stato pubblicato un apposito Manuale operativo avviso (MOA)

Per ogni Istituzione scolastica statale sono abilitati, in automatico dal SIDI, sia il Dirigente scolastico che il Direttore dei servizi generali e amministrativi, che selezionando il link “Gestione degli interventi” e utilizzando le credenziali con cui accedono a tutti i servizi informatici del MIUR, ai fini del login al Sistema GPU, sono riconosciuti dal Sistema e possono procedere alla compilazione della scheda anagrafica individuale, propedeutica a qualsiasi altra successiva attività.

Ammissibilità delle proposte progettuali

È ammissibile la proposta progettuale che

  • sia proposto dalle istituzioni scolastiche primarie elencate agli allegati 1 e 2 del DM 176/23
  • indichi gli estremi delle delibere del Collegio dei docenti e del Consiglio di Istituto che prevedano una specifica adesione al presente progetto oppure, in alternativa, una delibera con l’adesione generale alle azioni del PON Scuola
  • sia presentato nel rispetto dei termini previsti dal presente Avviso
  • presenti il formulario on line compilato in ciascuna sezione
  • presenti azioni coerenti con la tipologia dell’Istituzione scolastica proponente
  • non superi l’importo massimo assegnato
  • provenga da Istituzioni scolastiche il cui conto consuntivo relativo all’ultima annualità sia stato approvato dai relativi revisori contabili.

La mancanza di uno solo dei suddetti requisiti comporta la non ammissibilità della scuola alla successiva procedura di selezione.

Costi orari massimali per le varie figure coinvolgibili nella realizzazione dei moduli

Il piano finanziario deve essere elaborato da ciascuna Istituzione scolastica applicando la metodologia di semplificazione dei costi adottata dall’Autorità di Gestione del PON Scuola, basata sul ricorso all’opzione dei costi standard unitari (UCS).

Di seguito i massimali delle figure coinvolte

FSE

Costo orario massimo

Tipologia

Esperto

€ 70,00

omnicomprensivo

Esperti con specifiche professionalità

Tutor

€ 30,00

omnicomprensivo

Tutor / figura di supporto agli studenti e all’esperto

Personale coinvolto nella
realizzazione delle attività

Costo orario da CCNL del settore scuola

Personale Interno (docenti, ATA, etc..)

Prospetto delle voci di costo del progetto

Voci di costo del progetto

Calcolo dell’importo e massimale

Attività formativa – comprende i costi relativi alle figure professionali coinvolte nell’attività di formazione (esperto, tutor);

Si ottiene moltiplicando le ore di durata del modulo per il costo indicato per ciascuna delle figure professionali previste per lo svolgimento dell’attività formativa. Nello specifico il massimale del costo orario omnicomprensivo  di tutti i costi sostenuti da esperto e tutor  per effettuare le attività di  formazione è di € 70 per l’esperto e € 30 per il tutor.

Attività di gestione – comprende tutte le spese legate alla gestione delle attività formative previste dal progetto:

  1. materiali didattici, di consumo,
  2. noleggio di attrezzature,
  3. rimborso spese di viaggio,
  4. compensi per DS, DSGA, referente per la valutazione, altro personale della scuola,
  5. pubblicità

Si ottiene moltiplicando le ore di durata del modulo per il numero di partecipanti per l’importo fisso di € 3,47.

Attenzione: il costo dell’Area gestionale” deve essere costruito su un massimo di 20 partecipanti anche se è consentita la partecipazione di un numero superiore di partecipanti.

Costi aggiuntivi – comprende costi che la scuola può richiedere. In particolare

a) la mensa

b) una o più figure professionali per bisogni specifici

Mensa: il costo della mensa si ottiene moltiplicando il numero dei giorni di corso per allievo partecipante per € 7,00, considerando una giornata di formazione standard pomeridiana di 3 ore.

Nei moduli da 30 ore l’importo riconosciuto sarà calcolato su 10 giornate.

Es: 30h/3h = 10gg x €7,00 = €70,00 a partecipante per l’intero modulo.

Pertanto per un modulo con 20 partecipanti il costo massimo della mensa sarà: €70,00x20 = €1.400,00

Nei moduli da 60 ore l’importo riconosciuto sarà calcolato su 20 giornate.

Nei moduli da 100 ore l’importo riconosciuto sarà calcolato su 34 giornate.

Il costo si ottiene calcolando che ogni partecipante potrà usufruire di 1 ora, in relazione ai fabbisogni dei partecipanti. Il costo orario è quello previsto per il tutor (30 €)


L’utilizzo dei costi standard unitari comporta la tenuta dei registri di presenza e a un continuo controllo delle presenze dei partecipanti, in quanto la diminuzione delle frequenze comporterà una proporzionale riduzione dell’importo autorizzato relativo al costo dell’area gestionale.

Le attività relative alla redazione del progetto e all’inserimento dello stesso sulla piattaforma non rientrano tra le attività retribuibili.