Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Contratto “Istruzione e Ricerca” 2019-2021: scuola, elevate qualifiche DSGA e facenti funzioni al centro del confronto

Contratto “Istruzione e Ricerca” 2019-2021: scuola, elevate qualifiche DSGA e facenti funzioni al centro del confronto

Finalmente si entra nel merito di questioni cruciali. La FLC CGIL ha chiesto una calendarizzazione più stretta degli incontri.

17/11/2022
Decrease text size Increase  text size

Il 17 novembre 2022 è ripresa la trattativa all’ARAN sul settore ATA, dopo la sottoscrizione della parte economica dell’Ipotesi di CCNL per il triennio 2019-2021 del comparto “Istruzione e Ricerca”, avvenuta lo scorso 11 novembre.

Scuola: anticipo aumenti stipendi e arretrati
Filo diretto sul contratto

Nel corso dell’incontro l’ARAN ha posto in discussione due questioni concrete costantemente segnalate dal nostro sindacato come importanti e meritevoli di una soddisfacente soluzione attraverso gli strumenti contrattuali a disposizione: la valorizzazione dei DSGA e dei facenti funzioni.

La proposta dell’ARAN

L’ARAN ha proposto una soluzione analoga a quella già utilizzata nel contratto delle funzioni locali che ha previsto l’area dei funzionari e delle elevate qualifiche. In questa area:

  • gli attuali DSGA assumerebbero tramite incarico a tempo indeterminato l’elevata qualifica
  • i facenti funzione, tramite un concorso riservato, acquisirebbero la qualifica di funzionari con la possibilità di ottenere l’incarico come DSGA.

Il nostro commento

Abbiamo constatato con favore il fatto che, dopo l’Intesa politica dell’11 novembre scorso, che ha portato alla sottoscrizione della parte economica del contratto, si affrontino i temi concreti con l’intento di chiudere quanto prima anche la parte normativa.
Consideriamo inoltre un buon punto di partenza il modello delle funzioni locali per portare i DSGA alle alte qualifiche. Abbiamo però evidenziato la necessità di adattarlo al contesto scolastico, apportando le necessarie variazioni, anche per dare uno sbocco professionale agli assistenti amministrativi che provengono dall’area B e che per più anni hanno svolto l’incarico di DSGA in assenza di titolo di studio specifico.
Abbiamo inoltre sottolineato la necessità di procedere alla revisione dell’attuale profilo del DSGA, alle regole per la sua sostituzione, all’incremento dell’indennità parte variabile e al finanziamento dell’indennità di reggenza.
Infine, abbiamo chiesto una calendarizzazione degli incontri per chiudere la parte ordinamentale dei DSGA e proseguire più speditamente alla revisione dei restanti profili ATA.

Prossimo incontro

La trattativa è stata aggiornata a giovedì 1° dicembre, alle ore 14.30.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI